Inaugurazione della Nuova Sede dell’Arcigay Gioconda

Siete tutti invitati all’inaugurazione della nostra nuova casa comune, la nuova sede del nostro circolo, sabato 30 marzo, dalle ore 16:00, venite a vedere la nostra nuova struttura in Viale Ramazzini 72 – Reggio Emilia e con i nuovi volontari, un’occasione imperdibile per conoscerci, e conoscere le nostre nuove iniziative e le nostre nuove attività, tutti insieme, e alle 17:30 presentazione del libro Monocerosdi Suzette Mayr, in collaborazione e a cura della libreria lgbt Igor (via San Petronio Vecchio, 3 – Bologna), con il traduttore Fabio Gamberini e la Casa editrice Miraviglia.

* Menzione speciale per la migliore traduzione alla terza edizione del “Liberi di Scrivere Award” – 2012 *

Ambientato in una scuola canadese cattolica, Patrick Furey, diciassette anni, si suicida, dopo essersi incontrato un ultimo glorioso martedì con Ginger nel loro posto speciale, al cimitero. Sullo sfondo la neve di Calgary e una moltitudine di ragazzi e di emozioni, perché in “Monoceros” i ragazzi possono essere crudeli e indifferenti, fragili e soli. L’autrice inchioda, le voci dei protagonisti ad una trama durissima, tirando fuori l’energia cinetica e la claustrofobia di una scuola moderna, mentre esplora l’effetto a catena che il suicidio del ragazzino ha su un gruppo eterogeneo di adolescenti. I capitoli formano un collage in rapido movimento. Nel cast figurano la crudele e spietata Petra e la sensibile Faraday, ossessionata dalla verginità e dagli unicorni che acquisterà in internet, Gretta, la madre di Patrick che cerca disperatamente di elaborare il lutto per la perdita del figlio, ma anche il preside Max e l’assistente scolastico Walter, legati da una relazione gay in forte crisi. Evitando sempre il “sentimentale” l’autrice ci offre il supremamente reale, con personaggi egoisti, violenti, immaturi, ma molto umani. Il romanzo progredisce incalzante. La maggior parte delle azioni è emotiva, fino allo squillo della campanella finale, vertiginoso e dal sapore del realismo magico.
L’autrice ci parla piuttosto dell’incomunicabilità, dell’incomprensione, dello squallore dell’ipocrisia: se c’è un solo effetto scatenato dal suicidio del protagonista, è quello di scardinare il quotidiano e di costringere tutti i personaggi chiamati in causa a un ripensamento su sé stessi e sul quotidiano. Un ripensamento di portata esistenziale.

Siete tutti invitati!

2 commenti

  1. ero tra il pubblico della presentazione del volume Monoceros. Vivace. Originale commistione di persone, quindi bellissimo.
    grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...