Storia d’amore e di confino

In vista del prossimo 27 gennaioGiornata della memoria delle vittime del nazifascismo, Arcigay Gioconda, vi riporta a teatro anche questo sabato 18 gennaio, alle ore 21:00 presso il Circolo Ricreativo Culturale Pontenovo – Sala Polivalente “Ida Ragni Ghielmi” a San Polo d’Enza.

locandinaMemoria

Monologo teatrale di e con: Ruggiero Valentini.
Tratto da: La città e l’isola, di G. Goretti e T. Giartosio, Donzelli editore.
Sotto il fascismo centinaia di persone, quasi esclusivamente uomini, vennero arrestate e mandate al confino perché omosessuali. Fu una vasta opera di repressione e segregazione, svolta nel massimo silenzio. A questo silenzio contribuivano anche le vittime. Confinati e ammoniti cercavano di occultare e far dimenticare lo scandalo che li aveva travolti. … Filippo e Salvatore sono due testimonianze di quel periodo, vivono a Catania ma la loro storia potrebbe essere ambientata in una qualsiasi città del meridione. Raccontano con la loro esperienza il ventennio tra le due guerre; tra aneddoti e ricordi, dipingono una realtà a volte allegra, il più delle volte amara, per chi come loro doveva vivere la propria affettività, le storie d’amore e di sesso, in clandestinità (come oggi del resto). Il tutto è pervaso da uno sfondo noir; dove l’indagine per un omicidio di un omosessuale diventa il pretesto per attuare una repressione (ai danni di omosessuali e non solo) durata quasi dieci anni. La storia viene letta e interpretata in parte in dialetto. Uno pseudo dialetto meridionale, con inflessioni siciliane, pugliesi, napoletane, calabresi, dando voce alle centinaia di arrusi ( termine siciliano per indicare gli omosessuali) provenienti da tutta Italia, che hanno vissuto il dramma di quell’epoca. Ritmato da basi musicali e registrazione d’epoca,il monologo coinvolge il pubblico, restituendo i colori e le atmosfere del Sud.
Organizzato da Circolo Ricreativo Culturale Pontenovo, in collaborazione con Comune Di San Polo, SPI-CGIL di San Polo d’Enza, Arcigay Gioconda di Reggio Emilia.
Ingresso libero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...